header2018

di Gerardo Graziano

 1

Nella serata del 14 agosto, si è svolta la seconda edizione dell’Anguriata di AIA Vicenza.
Per festeggiare insieme l’imminente Ferragosto, gli arbitri Berici si sono ritrovati al polo estivo di allenamento a Creazzo, per sfidarsi in un avvincente torneo di Beach Volley.
Ben 4 squadre (per un totale di quasi 40 persone) si sono fronteggiate per contendersi l’appellativo di “campioni della pallavolo”.

2 3

Il titolo, dopo una serrata competizione che ha avuto più di qualche colpo di scena, è andato al team composto dai colleghi Rosini, Missagia, Chepil e Cazzavillan. Tutti quanti fanno parte del CRA: ci si augura che questa sia per loro una vittoria che contrassegni i continui successi, questa volta arbitrali, della prossima stagione 2019/2020.
Una volta conclusasi la contesa, i partecipanti hanno mangiato assieme una rinfrescante anguria, rivivendo nuovamente le emozioni (e gli sfottò) del torneo.
La buona riuscita dell’evento conferma ancora una volta quanto sia importante condividere momenti di svago tra gli associati, che giocando e scherzando rafforzano i legami interpersonali, creando la amalgama necessaria per creare un team arbitrale non solo coerente, ma anche coeso.

4bis 5
6bis

di Gerardo Graziano

 

Nella giornata del 29 luglio 2019, dopo aver affrontato il primo dei cicli preparato dal nostro preparatore Filippo Spolverato (con questo composto da 6 allenamenti improntati maggiormente sulla resistenza fisica), gli arbitri di AIA Vicenza hanno svolto la prima delle simulazioni dei test atletici per la stagione 2019-2020.

Una volta spostatisi dal Polisportivo di Creazzo al campo in sintetico “A. Doria”, i fischietti vicentini si sono divisi in due gruppi: il primo composto dagli arbitri effettivi, e il secondo dagli assistenti arbitrali più il nucleo in forza per il calcio a 5.

Gli AE hanno a questo punto svolto il consueto “yo-yo”, ovvero il test a navetta per misurare la performance atletica, con risultati nella gran parte positivi, frutto dell’intenso allenamento svolto nelle due settimane precedenti.  Per coloro che hanno invece avuto esito negativo, nelle prossime sessioni ripeterà nuovamente il programma svolto nel primo ciclo, così da poter certamente raggiungere l’obiettivo al secondo tentativo.

1

Dopo che gli arbitri hanno terminato, è toccato agli assistenti intraprendere il test “ARIET”, uno yo-yo modificato strutturalmente in maniera tale da comprendere anche lo scivolamento laterale, fondamentale per i colleghi con la bandierina e per il Futsal. Anche in questa prova lo staff della preparazione atletica può dirsi soddisfatto, con risultati ampiamente sopra la sufficienza da parte dell’organico.

A questo punto tutti quanti i ragazzi, divisi in due batterie, hanno svolto il “FIFA test”, che si focalizza ancora maggiormente sull’abilità di ripetere sprint, che è alla base del moderno concetto di arbitro che ci chiama a dover essere scattanti e attenti durante l’arco della gara. In questa prova, gli arbitri devono percorre 75 metri di sprint in 15 secondi per 40 volte totali, intervallate da una breve pausa.

Dopo il grande faticare, oltre 30 colleghi si sono fermati per un momento conviviale presso la trattoria pizzeria Bellavista di Creazzo, per poter scambiare le proprie impressioni sull’incombente inizio di stagione, godendosi nel frattempo una buona pizza.

La Sezione ha voluto anche omaggiare Riccardo Missagia e Luca Allegro, che si sono distinti nelle rispettive categorie, con un piccolo premio a simboleggiare che con lo sforzo, si ottengono risultati, quei risultati che tutti noi auspichiamo arrivino numerosi in questa nuova fondamentale stagione.

2  3

di Michele Liviero

 

Dopo un impegnativo finale di stagione e il successivo periodo di meritato riposo, per gli Associati della Sezione di Vicenza è venuto il momento di riprendere a pieno regime la preparazione atletica estiva. Così, Lunedi 15 Luglio 2019 presso il polo di allenamento di Creazzo, utilizzato per il periodo di preparazione nel precampionato, un folto numero di associati Berici ha partecipato con grande impegno ed entusiasmo al primo allenamento stagionale. All’inizio della seduta ad ogni associato è stato consegnato il nuovo kit di allenamento personalizzato targato Legea, fornito gratuitamente dalla Sezione: un’esclusiva fortemente voluta dal Presidente Antonio Barbiero e dall’intero Consiglio Direttivo Sezionale per sottolineare, anche attraverso questi piccoli dettagli, la volontà di “fare squadra” in ogni momento della vita associativa. 
2344B124 ACAF 4AD3 B48C BE554F4C5DEC 8C715CEF 579E 4D0A A884 1C16768EAD2A

Dopo le consuete foto di rito, si è iniziato col riscaldamento e gli esercizi pre-atletici, sotto lo sguardo attento delriconfermatissimoPreparatore Atletico Filippo Spolverato e dell’intero team della preparazione atletica. Si è poi proceduto con un esercizio di allenamento per la resistenza, consistente nella ripetizione della distanza di quattrocento metri in due minuti, il tutto per dieci volte, recuperando con trenta secondi di jogging tra le prove.Subito dopo sono stati proposti esercizi per lo sviluppo dei muscoli addominali, dorsali e delle braccia, tratti dal protocollo di lavoro FIFA 11+ demandato dal Settore Tecnico AIA e svolti attraverso esercizi specifici di rafforzamento degli arti inferiori e del busto, fondamentali per la prevenzione degli infortuni.

Costanza, sacrificio e continuità nell’allenamento sono le tre parole chiave che devono essere seguite e fatte proprie –in particolare in questo cruciale periodo della preparazione- per poter raggiungere grandi traguardi senza subire cali fisici e, di conseguenza, mentali nel corso della stagione sportiva.

E9C40701 6652 4BE3 88D7 5F101A9D3734  C135C915 116F 4D8A 90AA 207ADC66493B

 

di Filippo Spolverato

 

Questo è senz’alto un argomento spinoso, che crea diversi problemi alla pianificazione e programmazione degli allenamenti per un preparatore atletico.

Molto spesso si pensa che fare uno o due allenamenti settimanali di un’ora, siano sufficienti per creare una performance sportiva.

Durante l’anno viene ragionato e codificato la mole di allenamenti necessari al raggiungimento degli obiettivi di ogni singolo atleta.

Nella programmazione viene calcolata anche la quantità di riposo degli atleti. Questo riposo forma un termine che genera scarsi livelli di prestazione, il disallenamento.

Ma facciamo un esempio per capirci: durante il periodo fondamentale o di campionato un Arbitro esegue mediamente due allenamenti a settimana, con una gara nel weekend, gli altri quattro giorni non si allena.

In queste fasi dobbiamo mettere in conto l’allenamento della partita che è un ambiente diverso, sia per apprendimento che sulle esigenze da affrontare.

Quindi sembrerebbe che si costruiscono più allenamenti, rispetto ai giorni di riposo. Ma non è del tutto vero; in quanto non si prende in considerazione che la partita è un allenamento diverso, rispetto all’allenamento quotidiano.

In più sempre in modo erroneo e poco professionale, l’atleta teenager sembra non debba svogere un’attività agonistica da parte dei genitori, in quanto festività, compleanni, vacanze familiari, non vengono concordate con chi si occupa della preparazione fisica, ma sempre di più vengono prese decisioni senza comprendere e staccandolo il fattore dell’apprendimento necessario.

Come se l’ambiente sportivo non fosse una scuola formativa, ma un passatempo; ecco dove si crea il disallenamento. Nella scarsa considerazione e cultura dell’ambiente agonistico, inteso come realizzazione del talento.

Questo è uno dei motivi che porta a generare scarsi atleti e sempre meno livello sportivo agonistico.

Ogni atleta durante l’allenamento ha una ripetizione bassa del gesto: in media dalle 50 alle 70 ripetizione di un gesto tecnico specifico.

Se nell’ ora e mezza sottraiamo le mezz’ore necessarie alla parte di riscaldamento e di defaticamento/stretching, il tempo si assottiglia: “scarsa qualità fisica porta ad una scarsa prestazione sul terreno di giuoco”.

Assentarsi porta e genera un disallenamento enorme, in più la scarsa propensione al lavoro di alcuni atleti, la chiacchiera, la distrazione, il portare in allenamento i problemi al di fuori del campo; fa nascere una diminuzione del gesto specifico.

L’abbandono della pratica sportiva in piccola parte è dovuto alla scarsa propensione al lavoro, allo scarso sacrificio, alla cattiva educazione al rispetto, il poco spazio di cura; sono tutti fattori e concause che generano il disallenamento nei giovani atleti.

Le diverse sfaccettature di queste imposizioni e retaggi culturali generano il disallenamento, piaga, per ogni atleta desideroso di formare una propria carriera di alta categoria.

 

20180703 184520

Caro associato,


siamo certi che nel corso del periodo transitorio intercorso tra la fine del campionato 2018- 2019 e il momento in cui leggerai questa comunicazione ti sarai ritemprato dopo una Stagione agonistica sicuramente impegnativa.

Come consuetudine, con l’avvicinarsi dei Raduni di Inizio Campionato Regionale e Sezionale in programma tra fine Agosto e l’inizio di Settembre, comincia il periodo preparatorio degli allenamenti, con data di partenza fissata per Lunedì 15 Luglio 2019 presso il Polisportivo in via Torino a Creazzo (Vi).

 
  polo1

Per trarre il maggior beneficio possibile da questo importante periodo di preparazione alla Stagione Agonistica, sono state programmate tre sedute di allenamento settimanale, nelle giornate di Lunedì, Mercoledì e Venerdì con inizio alle ore 19:20 e termine alle ore 21:00.

20180703 184426

 

 

Il principale obiettivo metodologico di questo periodo di allenamenti è quello di migliorare la tua efficienza aerobica e la tua abilità di ripetere sprint.

Ti ricordiamo inoltre, che per poter frequentare gli allenamenti è necessario essere in regola con il certificato medico valido per la Stagione Sportiva 2019-2020.

 

 20180703 184444