header2018

di Michele Liviero

 

Lunedì 4 Novembre la sezione “G.N.Bertoli” di Vicenza ha ricevuto la gradita visita della delegazione del CRA Veneto composta dal Presidente Regionale Dino Tommasi, con i Componenti Mario Schembri, Sergio Capozzi e Giacomo Piccoli. Nel consueto discorso introduttivo il Presidente Sezionale Antonio Barbiero, dopo aver salutato la sala gremita e aver ribadito l’assoluta necessità di mantenere al massimo la concentrazione in questo periodo cruciale del campionato, continuando ad allenarsi e a frequentare i poli di allenamento con costanza, ha presentato il Presidente Regionale e i suoi Componenti a tutti gli associati berici. La riunione è quindi entrata nel vivo con le parole di Dino Tommasi, che, in modo pragmatico e diretto, fin dalle prime battute ha sottolineato gli aspetti decisivi per ottenere un’ottima prestazione arbitrale: mentalità, approccio alla gara e determinazione. “Il nostro è uno sport straordinario –continua Tommasi- e, come in ogni sport, la concentrazione e l’atteggiamento sono quegli elementi che fanno la differenza tra una buona ed un’ottima gara”.

64c866cc ee88 4ff9 b449 960a64610ea7 f91f8ed7 5083 4eed b15a a24484198596
Prendendo spunto da video ed immagini di gare appartenenti all’Organo Tecnico Regionale, il Presidente ha voluto rimarcare quanto l’impegno e il sacrificio giornaliero siano ingredienti imprescindibili per realizzare i propri sogni: “la passione è motore di tutto, non nascondetevi dietro a giustificazioni inutili, ma fate sempre del vostro meglio in campo ed in allenamento”. Sono stati quindi sottolineati alcuni aspetti chiave dal punto di vista tattico, tecnico e disciplinare: ricerca del migliore angolo di visuale, vicinanza all’azione per acquisire credibilità, prevenzione, uniformità ed equilibrio tecnico e disciplinare. “Tutto è nelle vostre mani: divertendovi, lottate e credete nelle vostre decisioni e nei vostri obiettivi!” ha così concluso Dino, lasciando la parola a Mario Schembri, che in un intervento efficace ed incisivo, attraverso l’ausilio di alcuni video, ha delineato le caratteristiche fondamentali per l’assistente arbitrale: brillantezza atletica, lucidità e concentrazione nell’arco dell’intera gara. Sergio Capozzi e Giacomo Piccoli hanno concluso la riunione ribadendo l’importanza della figura dell’osservatore arbitrale come “formatore” di giovani arbitri: competenza, aggiornamento e motivazione sono aspetti imprescindibili che devono essere fatti propri e trasmessi in ogni visionatura.La folta platea, che ha apprezzato in modo particolare le tematiche affrontate dagli ospiti, ha suggellato l’esposizione con un forte applauso finale. La serata è poi proseguita in un ristorante delle vicinanze, per poter trascorrere con gli ospiti altri momenti associativi in allegria e serenità.
4451fd8b 156c 460d b7e1 9ee126e9a96c c8d1ce85 eb20 4e88 b618 968653365536